Eventi

SwApe

Vogliamo condividere con le nostre Signore una delle nostre ricette preferite: quella dello SwApe, ovvero l’aperitivo di scambio (swap).

Ingredienti

Pizzette e salatini – insomma tutto quel bel cibo che fa aperitivo. Per le più salutiste anche del pinzimonio
Molto prosecco – in questi casi il vino non può assolutamente mancare
Qualche fiore – anche le più insospettabili amano i fiori
Un gruppo di donne – devono essere curiose, aperte, simpatiche e divertenti
Un progetto – va bene la leggerezza ma sotto sotto serve sempre qualcosa di concreto
Abiti, borse, scarpe e accesori q.b. – più sono e più sarà divertente

Preparazione

Avvisare le invitate con qualche settimana di anticipo. E’ necessario dare il tempo ad ognuna di controllare nel proprio armadio e trovare quel vestito, sì proprio quello lì, quello che l’ho comprato ma ero sotto effetto di stupefacenti ed è della taglia sbagliata, del colore sbagliato, del modello sbagliato, del tessuto sbagliato…Quel vestito che è  sono tre cambi di armadio che lo rimetto lì che non si sa mai ma non lo indosso neanche morta. Quel vestito che però in fondo è carino, a me non piace più ma potrebbe piacere a qualcun’altra. E allora lo porto allo Swape, chissà mai che arrivi la persona giusta per lui.

Predisporre l’ambiente con appositi stand appendiabiti e grucce di metallo per permettere a tutte di esporre quello che vogliono mettere a disposizione delle altre.

Preparare un bell’aperitivo. Si sa che davanti a del buon cibo e, soprattutto del buon vino, diventano tutti più buoni.

Scegliere un progetto. Bello, importante, da donne per le donne. Nel nostro caso, per il nostro primo Swape, abbiamo scelto di sostenere C.A.DO.M. Centro di Aiuto DOnne Maltrattate di Monza.   Ci piace pensare che la nostra leggerezza possa servire ad alleggerire la vita di chi è vittima di violenza. La violenza domestica, che non è solo quella fisica,  colpisce tutte le donne, di qualsiasi estrazione sociale o provenienza geografica. Non possiamo fare finta di niente quando i numeri dicono che solo al C.A.DO.M. si presenta quasi una donna al giorno. E che tante ancora non hanno il coraggio di chiedere aiuto.

Ognuna delle partecipanti, quindi, può portare quello che vuole: indumenti, borse, scarpe, accessori ma anche nulla. Tutte possono scegliere e provare quello che le altre hanno portato. Unica condizione: se si prende qualcosa si deve lasciare un’offerta, assolutamente libera, per il progetto.

Consiglio

Lasciare gli abiti in esposizione per la prima parte della serata e dare il via alle scelta solo dopo che le invitate si siano rilassate esiano a proprio agio con le altre.

Risultato

Ricavato delle donazioni consegnato all’incaricata del CADOM, grazie a tutte le nostre Signore.

Print Friendly, PDF & Email
+13

1 Comment

  1. Un evento originale, frizzante, piacevole e rilassante, vissuto con la gradevole ‘leggerezza’ di fare anche del bene al prossimo! Da riproporre! 💜💖💜💖

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *