Leggerezza

Se non ora, quando?

Questa volta vi parleremo di due avvenimenti che apparentemente non hanno nulla in comune ma in realtà sono molto più affini di quanto si immagini.

Il primo è capitato a noi direttamente quando, una mattina, facendo colazione al mare con le amiche abbiamo scoperto che ognuna di noi si stava impasticcando: antidepressivi, ansiolitici, antinfiammatori, stimolatori di serotonina, antidolorifici e chi più ne ha più metta.
Andando un po’ più a fondo e cominciando a parlare anche con altre donne abbiamo capito che, in realtà, non eravamo mica solo noi.
Tra strane malattie autoimmuni, esaurimenti da stress, depressioni, pre menopausa, menopausa, post menopausa (ma non ci bastava avere il ciclo per metà della vita?) la maggior parte di noi è, o è stata, in terapia dallo psicanalista o dallo psichiatra e poi, via: giù le pastigliette…meglio se accompagnate da un bicchiere di vino (beh, no, forse questo è sconsigliato…).

Il secondo avvenimento è stato il matrimonio della figlia di una nostra amica. Confrontandoci con tanti dei presenti, abbiamo avuto tutti la stessa bellissima sensazione.
Tra gli invitati c’erano moltissimi giovani: neo laureati, qualcuno al primo impiego, altri in procinto di sposarsi o di andare a vivere da soli. Erano tutti carichi di quell’euforia, di quell’aspettativa, di quella fiducia nel futuro, di quell’energia positiva rappresentata da un nuovo inizio: dall’inizio della loro vita da adulti.

E dove sono le affinità? direte voi.
Il collegamento è tra la fine a l’inizio. Avete capito bene, non al contrario.

Siamo tutte così malaticce e indebolite perché siamo stanche, sentiamo di essere arrivate a fine corsa, di aver dato e speso tutto quello che avevamo.

Invece non è così!

È il momento di iniziare qualcosa di nuovo, di entrare in una nuova fase della vita, proprio come quei giovani invitati. Solo così potremo rivivere quel loro stesso entusiasmo.

E allora fatelo! Abbiate coraggio!
Fatelo a partire da oggi!

Uscite e andate dal parrucchiere o dall’estetista, scegliete di fare sport. Chi non ha mai portato tacchi si compri un tacco dodici. Chi non l’ha mai avuto si prenda un abito da sera…magari dai cinesi che costa poco.
Soprattutto, pensate a come volete che sia il resto della vostra vita. È arrivato il momento di osare, di mettere in pratica i sogni. Di intraprendere nuove strade e cercare nuove soddisfazioni.

Ogni fine deve avere un nuovo inizio.

Se non ora, quando?

Print Friendly, PDF & Email
14+

6 Comments on “Se non ora, quando?

  1. Penso che l’articolo “Se non ora Quando?” sia semplicemente bellissimo e soprattutto l’ultimo passaggio e’ la chiave, il messaggio che tutte noi dovremmo abbracciare. In fondo perche’ esitare proprio ora? L’elenco delle cose da poter finalmente osare e’ la cosa piu’ facile da fare, difficile magari il primo passo nel metterlo in pratica. Ma poi che paura dobbiamo avere? Se cadiamo sul sederone camminando col tacco 12 c’e’ l’arma di difesa piu’ importante: alzarsi e farsi una risata. Il mondo ridera’ con noi e non di noi!

    1+
  2. E’ proprio vero è finita solo quando non abbiamo piu il coraggio di rimetterci in gioco. Io non prendo ansiolitici quando mi assale la malinconia canto e non mi importa se qualcuno nel condominio se la ride, nello stesso tempo altri si sentono in compagnia. Avete proprio ragione bisogna prendersi cura di noi stesse, lo faccio ancora poco fisicamente qualcosa ancora in me deve scattare, ma ho imparato a prendermi cura del mio benessere interiore e del mio spirito, forse dovreste darmi qualche lezione per migliorare me stessa fuori. A parte tutto è importante uscire dalla solitudine, circondarsi solo di persone che ti fanno stare bene, alla nostra eta bisogna cominciare a selezionare. Spesso la nostra prigione Siamo noi stesse, percio’ gambe in spalla apeiamo la gabbia e riprensiamoci noi stesse💋

    2+
  3. Bene, benissimo, ma non penserete di cavarvela così, eh? Per applicarsi alla ricerca della felicità serve un promemoria duraturo, perché il rischio è dimenticarsene, travolte dalla maledetta routine…

    2+
    1. Cara P per non essere travolte dalla routine basta circondarsi di ottime amiche che sapranno accompagnarti nella ricerca della felicità.

      1+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *